Menu
Figli Luigi Oddero

Figli Luigi Oddero


Sulla torre d’osservazione che si affaccia sulla Menzione Geografica del Barolo Rive si arrampicava a metà ’800 l’enologo Luigi Parà, armato di un megafono con cui impartiva ordini ai braccianti. Leggenda vuole che imponesse loro di cantare, per evitare che si cibassero dei grappoli.

Poco distante sorge Tenuta Parà, già nota come Cascina Bettolotti, casa patronale che fu del vescovo di Alba ed è oggi la cantina dell’azienda Figli Luigi Oddero, centro produttivo di 32 ettari vitati, 18 dei quali dedicati al nebbiolo.

Luigi Oddero fu personaggio carismatico, raccontato da Mario Soldati: uomo di grande curiosità e cultura, conservatore nelle abitudini e amante del progresso; la sua filosofia permea ogni mattone di questa cantina, dove convivono vasche in cemento e grandi botti di rovere francese, tecniche di vinificazione moderne e un approccio agronomico a basso impatto ambientale, che ha portato all’abbandono totale di diserbanti e disseccanti e all’impiego di metodi di difesa biologica.

Accoglienza


Visite guidate e degustazioni 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

×
×

Log in